martedì 29 novembre 2016

10.000 Grazie a tutti i partecipanti a Chiamata a raccolto 2016

Un grazie di cuore  a tutte  a tutti coloro che hanno partecipato a "chiamata a raccolto 2016", che hanno contribuito a costruirla, a realizzarla e a renderla una giornata per davvero speciale
..molto l'energia e le sensazioni positive raccolte domenica.. ci daranno ulteriore forza e determinazione nel portare avanti i nostri progetti (aperti a tutti) Grazie "dieci mila" !!!!
(di seguito un breve resoconto della giornata) 

chiamata a raccolto”, l’appuntamento di fine novembre organizzato dal gruppo coltivare condividendo ha richiamato, anche quest’anno, a Villa Patt di Sedico migliaia di
persona, qualcuno ha stimato siano state superate le diecimila presenze. Pezzo forte dell’iniziativa la “mostra, scambio, donazione di sementi antiche, tipiche e locali”. Oltre venti le associazioni, realtà e gruppi provenienti da svariate regioni d’Italia e dall’estero per raccontare i loro progetti a difesa e diffusione della biodiversità, per mostrare e donare le loro sementi, per intrecciare contatti e relazioni. I visitatori hanno così potuto
ammirare delle vere e proprie rarità, come il fagiolo più grande e quello più piccolo al mondo, quello brillante, ma anche il cetriolo dell’ Himalaya, le patate bianche boliviane, mais neri, ortaggi e fiori di mezzo mondo.

Il cuore pulsante di “chiamata a raccolto 2016” sono stati pero’ i bambini, ben nove scuole presenti. Bambini che hanno colorato di energia, vitalità ed entusiasmo le sale di Villa Patt. Molto belli, coinvolgenti e vivi i progetti costruiti dalla scuole di Soranzen, Cesiomaggiore, Sedico,
Bribano, Auronzo e del sandonatese.

Bambini che hanno raccontato dei loro orti scolastici, che hanno donato semi e mandala, che hanno preso in affido semi e varietà, per lo più locali, per rendere ancora più ricchi e belli i loro orti. Significativa anche l’idea di avviare una collaborazione tra le scuole presenti (progetto aperto anche ad altre scuole) e le associazioni di “salvatori e custodi di semi” in primis col gruppo coltivare condividendo



Molto frequentate anche le conferenze che hanno trattato tematiche assai varie, dagli OGM, al Ttip, dalla permacultura, della rigenerazione del suolo, di progetti di selezione dei semi e di progetti scolastici. Sala affollata per la premiazione delle
scuole.

In tanti hanno fatto incetta dei prodotti locali, biologici, sani e genuini del mercatino.

Prosegue la collaborazione tra aziende locali e “salvatori di semi”, è vitale che si tornino a vedere sui banchi di vendita le varietà tipiche del territorio, fagioli, mais ma anche patate e ortaggi.


Siamo estremamente soddisfatti per l’esito di questa giornata, che anche quest’anno è stato certificato essere una tra le più
frequentata a livello nazionale in ambito di scambio sementi. Ma al di là dei numeri e delle presenze cio’ che più ci da soddisfazione è l’aspetto culturale dell’evento, lo spessore degli espositori e di chi è venuto (anche dal Sud Italia) per essere presente a un appuntamento che è ormai ritenuto “imperdibile” per esperti e appassionati del settore.

E’ bello e importante che cio’ avvenga in provincia di Belluno, un territorio ricchissimo di biodiversità, che nonostante sia ritenuto decentrato, marginale, poco significativo a livello agricolo.. in questo caso diventa centrale.

Un grazie sentito all’Amministrazione Comunale e alla Pro Loco di Sedico, ai tantissimi visitatori ed espositori e un grazie immenso a tutti i bambini, ai loro insegnanti e genitori che hanno dato un senso ancora più profondo a “chiamata a raccolto”. Ci hanno fatto capire quanto è vitale, ma anche semplice e istintivo il gesto di salvare un seme e di affidarlo poi alla Terra 

..UN IMMENSO GRAZIE A TUTTE E TUTTI ANCHE DA...
Barbara e Mirco
Luca e Ilaria
 
Caterina e Gioia

Nessun commento:

Posta un commento