martedì 31 dicembre 2013

per un 2014 "biodiverso"


TANTI CARI AUGURI PER UN 2014..

all'insegna del costruire assieme, dell'auto produrre, del condividere..
.. di un coltivare sano e sostenibile, tutelando e diffondendo la biodiversità, avendo a cuore il paesaggio, la salubrità, la nostra Terra..
Un 2014 in cui ci sia una crescente consapevolezza della pericolosità e della devastazione provocata da OGM, pesticidi, diserbanti e da una “agricoltura” finalizzata solo al massimo profitto e alla massima resa incurante della fertilità del suolo e della contaminazione del cibo prodotto, della salute e dell'ambiente.

Un 2014 in cui, come gruppo coltivare condividendo porteremo avanti una serie di progetti e iniziative finalizzate al recupero, alla catalogazione, alla conservazione, riproduzione e donazione di varietà locali riproducibili. Speriamo che siano sempre di più le persone che vorranno prendersi cura di un seme, che vorranno diventare dei “custodi della biodiversità”.
Da parte nostra siamo disponibili e felici di parlare della nostra esperienza sia per quel che concerne il recupero delle sementi che il come coltivarle in modo sano e sostenibile. Ma anche a donare alcune sementi per iniziare assieme questo percorso (ovviamente sia gli incontri che le sementi sono a titolo gratuito)

Ma siamo anche certi che ci aspetta un 2014 di “rivendicazioni e di lotte”
Si preannunciano alcune questioni davvero molto calde
A iniziare da quella legata alla “libertà dei semi”. Ci giungono sempre più frequentemente notizie di proposte di leggi e normative europee tese a limitare l'auto riproduzione delle sementi e la loro commercializzazione e perfino lo scambio.
Le grosse multinazionali sementiere (che già detengono la stragrande maggioranza del mercato dei semi) stanno facendo grosse pressioni sulla Commissione Europea per far metter fuori legge le sementi locali, antiche, tradizionali.. le nostre sementi
Ovviamente noi non accetteremmo passivamente tutto cio', anzi.. disobbediremo con forma a ogni limitazione alla libertà di auto produzione e scambio della nostre sementi

Sempre dalla CE, ma anche da Governo e Regioni, notiamo una, seppur celata, volontà a spalancare le porte alle famigerate sementi OGM. Un serio rischio per la nostra biodiversità e salute a cui ci opporremo con tutte le nostre forze (a tale proposito a breve daremo notizie del nascente coordinamento per la biodiversità e contro gli ogm a cui partecipiamo)

Ma ci aspettano molti altri progetti da costruire assieme a chiunque è sensibile a questioni legate al coltivare sano e sostenibile. Chiederemo a Sindaci ed Amministratori di adottare regolamenti di polizia rurale che impediscano la deriva dei pesticidi tossici e nocivi di vigneti e meleti, ma anche l' uso indiscriminato e folle di diserbanti.
Sarà utile affrontare anche la questione del “produrre locale”dato che riteniamo vitale non solo dove si coltiva ma anche e soprattutto come si coltiva

Quindi un anno sicuramente intenso da coltivare assieme!!

2 commenti:

  1. I miei auguri per questo Nuovo Anno.
    Che il vostro sito cresca forte e vigoroso e si diffonda
    Lilia da Frusseda

    RispondiElimina