venerdì 17 maggio 2013

VOGLIAMO CHIAREZZA.. DICIAMO NO AGLI OGM !!1


BASTA RINVII E TITUBANZE.. VOGLIAMO CHIAREZZA.. DICIAMO NO AGLI OGM !!!

Lo sconcerto è davvero grande.. ci lascia davvero molto perplessi la decisione del Senato di rinviare la decisione
relativa all' adozione, anche da parte dell' Italia della clausola di salvaguardia, l'unico modo davvero efficace di bloccare le semine del mais Ogm nel nostro Paese. 
Nonostante la stragrande maggioranza dei cittadini e degli agricoltori sia decisamente contraria alle coltivazioni e al cibo OGM, nonostante i tantissimi appelli affinchè si segua l'esempio degli altri paesi europei (che hanno detto No alle sementi franckenstein) per l'ennesima volta i politici italiani non hanno avvallato la volontà popolare.

Crediamo che ciò sia estremamente grave e pericoloso dato che rischia di spalancare le porte al famigerato mais Monsanto e di mettere in serio pericolo le nostre coltivazioni tradizionali e antiche..oltre alla salute di noi cittadini

Da alcuni mesi, come gruppo coltivare condividendo abbiamo promosso (in sinergia con altre realtà locali e nazionali) una serie di iniziative di informazione e sensibilizzazione su queste tematiche. Abbiamo riscontrato un ampio consenso a favore della biodiversità coltivata e del biologico.. pari a una netta opposizione agli OGM. Abbiamo raccolto alcune migliaia di firme per chiedere al Ministro dell' Agricoltura l'adozione immediata della clausola di salvaguardia anche per impedire le semina di mais Ogm già “promesse” da alcune associazioni

Ci sconcerta e irrita la decisione del neo Ministro De Girolamo (pdl), avvallata del presidente della commissione agricoltura Formigoni (pdl), dagli esponenti del Pdl e del Pd.

Lanciamo pertanto un forte appello in primis a tutti i cittadini affinchè si mobilitino e facciano sentire la loro indignazione a esponenti politici, amministratori ecc..

..ma anche ai parlamentari affinchè si ponga fine a questa interminabile e indegna “telenovala”, che si adotti quanto prima la clausola di salvaguardia.
Chiediamo a tutti loro la massima chiarezza e trasparenza!!!!!
Se per davvero vogliono che anche l'Italia sia contaminata dalle sementi OGM, che il nostra patrimonio di biodiversità e tipicità venga irrimediabilmente compromesso (contaminato), se vogliono che il nostro futuro agricolo e alimentare sia in mano ai brevetti e alle 4 – 5 multinazionali del biotech...
lo dicano chiaramente e senza sotterfugi e intrallazzi!!!

Da parte nostra proseguiremo con forza la nostra battaglia di recupero, riproduzione, distribuzione (gratuita) di sementi antiche e conoscenze, tecniche di coltivazione sana e biologica.. ma anche di forte opposizione agli OGM e a tutte quelle leggi, normative e sentenze (ad esempio sulle sementi) che mirano a consegnare il nostro futuro agricolo.. e non solo.. alla lobby o alla multinazionale di turno

Nessun commento:

Posta un commento