lunedì 18 marzo 2013

SEMENTI..anche di PIANTE TINTORIE



Dopo tante iniziative, serate, momenti informativi dedicati all' "Emergenza OGM anche in Italia" .. pur seguendo ancora la questione e stimolando prese di posizione e azioni.. è tempo di tornare a dedicarci alle sementi.. 

Certo, i quasi 50 cm di neve caduti oggi ci indurrebbero a lasciare le sementi in dispensa, ma sappiamo bene che non ci vorrà poi molto prima di affidarle alla terra.

Pertanto abbiamo deciso di organizzare una serata che si terrà presso il Centro Giovani a Farra di Feltre (BL), mercoledì 27 marzo (dalle ore 20.30) 
Un momento molto informale in cui parlare di fagioli, insalate, pomodori, cereali.. di tutte quelle varietà che hanno sfamato e nutrito generazioni di bellunesi e che ora rischiano l' estinzione. Una serata dedicata ai "custodi della biodiversità" cioè a tutte e tutti coloro che vorranno prendersi cura di un seme, consapevoli della grande responsabilità che si assumono e del ruolo vitale che hanno per consentire la sopravvivenza  di essenze, sapori, tipicità di questa Terra.
In questo 2013 oltre al progetto legato alla conservazione e riproduzione delle sementi antiche ci sarà anche quello dedicato agli "orti a vista", cioè a una serie di orti e campi (coltivati ripudiando la chimica di sintesi e la monocultura) visitabili.. che diventano luoghi di confronto, di divilgazione di consocenze, saperi, tecniche e pratiche. A breve ulteriori informazioni sull'argomento (che sta suscitando un notevole interesse)

Quando parliamo di "sementi" nn ci riferiamo solo a quelle di ortaggi, di legumi o cereali..ma anche di PIANTE TINTORIE...
A questo proposito ecco un breve scritto di Valentina Saitta sull'argomento..

-->
Ciao a tutti! Sono una biologa ambientale che da 5 anni cura alcuni aspetti applicativi e di trasformazione delle officinali e aromatiche spontanee e coltivate.
In particolare mi interesso della tematica PIANTE TINTORIE come tavolozza di colori con i quali poter tingere e decorare filati e tessuti in modo naturale e alternativo...giallo, rosso, verde, blu, marrone e tanti altri colori!
Lo sapevate che con l'ORTICA, i LICHENI o il BUON ENRICO si possono tingere filati e tessuti di VERDE?
Dal TAGETE, dall'IPERICO, dalla CALENDULA o dalla RESEDA si ottiene il GIALLO-ARANCIO
Con AMARANTO, FITOLACCA e CAMPEGGIO ricavi il VIOLA?

Così come dal NOCE, dal CASTAGNO e da alcune CORTECCE si può estrarre il MARRONE?
Magari qualcuno di voi conosce meglio l'INDACO che da uno stupendo blu, o il GUADO meglio detto Isathis tinctoria.
Tavola botanica di Indigofera tinctoria (indaco)


Esistono tanti altri colori in natura e ogni colore può anche VIRARE diventando un altro in condizioni di acidità o basicità?

Ecco...se qualcuno volesse scoprire le varietà di piante tintorie, i colori o semplicemente scambiare sementi possiamo organizzarci con il gruppo Coltivare Condividendo e parlare dell'argomento!
Buona condivisione!    Valentina

4 commenti:

  1. Ciao, ho seminato l'altro giorno dei semi di Isathis, dono dei ragazzi Toscani all'ultima "chiamata a raccolto".
    Se hai dei semi che vuoi far germinare da altri, contattami che volentieri semineremo i colori per questo bel mondo..
    Un abbraccio di buona vita Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valentina, mi interessa molto l'arte tintoria, abbiamo tanta lana da tingere per un progetto che stiamo sviluppando sul recupero della lana di pecore del territorio Valsugana Lagorai. La mia socia tinge anche a freddo per es. con fagioli neri e viene un indaco più indaco che mai.
      E tinge anche coi licheni, poi le maglie profumano di bosco.La lane che usiamo per i capi da indossare sono la Tingola,la Brogna, che sono lane locali morbide e fini.Per tappeti,pouf e cuscini usiamo quella che pizzica un pò. Mi chiamo Lucia d'Amato e la mia Associazione di Promozione Sociale è La Casa di Feltro.A ottobre ogni anno facciamo una mostra/evento tutta dedicata ai passi fatti in campo di innovazione sulla lana e sulla pastorizia !!! Mi piacerebbe tenere i contatti con te,per dei consigli . Io sono felt-maker (artigiana del feltro) e vorrei cominciare a tingere, ho già provato con una decina di piante, ma poi ho mollato perchè non riesco a fare tutto.Ma ora desidero riprendere un pò alla volta. Grazie dell'ascolto e a presto,Lucia

      Elimina
  2. ciao, ho cominciato da poco ad interessarmi di tintura naturale e mi piacerebbe provare a coltivare qualche pianta tintoria, come guado, reseda e (se possibile) robbia. Sapete indicarmi chi fornisce in Italia questo tipo di semi? Grazie mille,
    Teresa (Legnano)

    RispondiElimina
  3. ho da poco iniziato a praticare l'arte tintoria ,vorrei seminare e produrmi le piante tintorie ,sapreste indicarmi dove potrei trovare i semi o le piante tintorie tipo guado reseda robbia vi ringrazio

    RispondiElimina