mercoledì 4 luglio 2012

AFIDI E VIROSI NEL FAGIOLO




PERIODO DAVVERO DIFFICILE PER LE NOSTRE COLTIVAZIONI
UNA SERIE DI AVVERSITA' E SITUAZIONI DIFFICILI STANNO CREANDO MOLTI PROBLEMI A COLTIVATORI E AUTO PRODUTTORI BELLUNESI (E NON SOLO)
LA NOTEVOLE VARIABILITA' CLIMATICA, UN FORTE ATTACCO DI AFIDI E CONSEGUENTI VIROSI, IL FORTE CALDO..E IN CERTE ZONE..ANCHE LA GRANDINE..

COME ABBIAMO SPESSO DETTO E' MOLTO IMPORTANTE "LAVORARE IN ANTICIPO" PER CREARE LE SITUAZIONI AFFINCHÈ CERTE PROBLEMATICHE NON SI MANIFESTINO O VENGANO ARGINATE
.. CURARE LA FERTILITÀ DEL SUOLO, PIANTARE PIANTE DA FIORE, SIEPI, RICORRERE A CONSOCIAZIONI, POSARE DEI NIDI PER GLI INSETTI (mazzetti di rami di piante bucate al centro o con midollo tenero e perforabile)  AFFINCHÈ NEL NOSTRO CAMPO O ORTO CI SIA UNA BUONA PRESENZA DI INSETTI COMPETITORI (cocinelle, surfidi ecc..)

NON DA ULTIMA E' INDISPENSABILE UNA OTTIMA SELEZIONE DELLA SEMENTE. E A QUESTO PROPOSITO STIAMO PROGRAMMANDO UNA SERIE DI LEZIONI IN CAMPO (PER SETTEMBRE-OTTOBRE) PER IMPARARE COME SI SELEZIONANO LE SEMENTI (fagioli, pomodori ecc..) 
PURTROPPO ABBIAMO NOTATO CHE DIVERSI SEMI DISTRIBUITI DA CONSORZI DI TUTELA NON ERANO (PER QUALITÀ, PUREZZA E ASSENZA DI VIRUS) IMPECCABILI..ANZI..


OVVIAMENTE CI SONO ANCHE DELLE PRATICHE E DELLE TECNICHE PER PREVENIRE E CONTENERE LE PROBLEMATICHE SOPRA DESCRITTE..


ABBIAMO CHIESTO AIUTO A DEI TECNICI AMICI E QUESTI SONO ALCUNI CONSIGLI CHE CI HANNO DATO..

AFIDI

SONO SICURAMENTE FONTE DI PREOCCUPAZIONE PER MOLTI COLTIVATORI, SIA PER IL DANNO CHE PROVOCANO AI FAGIOLI MA ANCHE PERCHE' SPESSO FAVORISCONO L'ATTACCO DA PARTE DI VIRUS E VIROSI
 IN UN PRECEDENTE POST ABBIAMO CONSIGLIATO L'USO DEL MACERATO DI ORTICA
SI METTE UN KG DI ORTICA FRESCA (MEGLIO SE NON ANCORA IN FIORITURA) IN 10 LITRI DI ACQUA (MEGLIO SE PIOVANA) IN UN RECIPIENTE NON METALLICO. SI COPRE IL TUTTO CON JUTA E SI MESCOLA DI TANTO IN TANTO. LO SI USA DOPO UNA MACERAZIONE DI 24 ORE. DA BUONI RISULTATI L'AGGIUNTA AL MACERATO DI LIPTOTALMIO  
SI IRRORA SU TUTTA LA PIANTA (SI EVITA DI USARLA SU CAVOLI E CRUCIFERE IN GENERE DATO CHE TENDE AD ATTIRARE LA CAVOLAIA)

NELLA LOTTA CONTRO GLIA FIDI E' MOLTO IMPORTANTE AGIRE PER TEMPO. UN AZIONE RAPIDA ED EFFICACE PUO' RIDURRE DI MOLTO I PERICOLI LEGATI A QUESTO ATTACCO.
OLTRE AL MACERATO DI ORTICA E' MOLTO USATO ANCHE L'OLIO DI NEEM (o meglio l' azadiractina che è la principale sostanza estratta dai semi del Neem)
UN OTTIMO PRODOTTO CHE E' SI SELETTIVO (CIOE' NON FA MORIRE GLI INSETTI UTILI COME AD ESEMPIO LE COCINELLE) MA  E' EFFICACE SOPRATTUTTO SUI GIOVANI AFIDI ED E' POCO EFFICACE SUGLI ADULTI
E' SEMPRE BENE USARE ACQUA PIOVANA 
MAURO FLORA CI SUGGERISCE UN INTERESSANTE ABBINAMENTO
".. CONSIGLIO DI PRENDERE UNA CRESTA DI AGLIO, TRITARLA COL FRULLATORE E AGGIUNGERCI UN LITRO DI ACQUA CALDA. DOPO 15-20 MINUTI SI FILTRA L TUTTO E ALLA SOLUZIONE RAFREDDATA SI AGGIUNGE L'OLIO DI NEEM, DILUENDO POI IN 10 LITRI DI ACQUA"
..COSÌ FACENDO SI UNISCE ALL'EFFICACIA DELLA AZADIRACTINA L'OTTIMA AZIONE DELL'AGLIO..

QUANDO ABBIAMO INVECE A CHE FARE CON DEGLI AFIDI ADULTI IL TECNICO LUCA CONTE CI SUGGERISCE IL PIRETRO.  VA RICORDATO CHE IL PIRETRO NON E' SELETTIVO E QUINDI UCCIDE AFIDI ED INSETTI UTILI.
SE SCIOLTO IN ACQUA LEGGERMENTE BASICA, COME LA NOSTRA E' UTILE AGGIUNGEREUN PO' DI ACETO O SOLUZ 15% DI ACIDO CITRICO  (che ha un impatto ambientale molto minore); E' TERMOLABILE E QUINDI E' MEGLIO IRRORARLO LA SERA (con T<26°)

VIROSI
La malattia interessa tutta la pianta con uno sviluppo stentato, ma i sintomi più evidenti si riscontrano sulla lamina fogliare dove si nota dapprima un numero elevato di aree clorotiche seguito poi da un accartocciamento della lamina stessa.  Sviluppo stentato della pianta, con produzione compromessa nel caso di forte diffusione della malattia.
La difesa è solo preventiva e si basa sulla scelta di materiale vegetale idoneo dal punto di vista sanitario; Lotta contro gli insetti vettori. 


QUANDO LA VIROSI HA COLPITO I NOSTRI FAGIOLI NON E' FACILE "RECUPERARLI" . 
MOLTO SPESSO SI CERCA DI CONTENERE IL DANNO CON TRATTAMENTI A BASE DI RAME

MAURO FLORA CI SUGGERISCE INVECE DI RICORRERE ALL'ESTRATTO DI SEMI DI POMPELMO (Pompelmo DF 100) CHE HA DATO OTTIMI RISULTATI


PER ALCUNI SUGGERIMENTI RELATIVI ALL'USO DI MACERATI PER LA CURA DELLE NOSTRE PIANTE, VI SEGNALIAMO QUESTA PAGINA (CLICCARE QUI

Nessun commento:

Posta un commento