venerdì 30 dicembre 2011

IL 2012 STA' INIZIANDO.. E' TEMPO DI .. BUONI PROPOSITI..


Siamo ormai giunti alla fine anche di questo 2011.. ed inevitabilmente.. si fanno i “buoni propositi” per il 2012..

Nel 2012 l'attività del Gruppo Coltivare condividendo avrà inizio già dai primi mesi dell'anno con una serie di incontri/ conferenze/dibattiti incentrati su tematiche e questioni che pensiamo sia bene approfondire. Il tutto avrà inizio domenica 29 gennaio. Affronteremo la questione delle fibre vegetali (soprattutto ad uso edile), dell' auto produzione e alimentazione (le nostre coltivazioni ci garantiscono una dieta equilibrata?) e quella cruciale delle sementi (come riprodurle, salvaguardarle.. )
Non ci dimenticheremo nemmeno del Paesaggio riproponendo la riuscitissima performance di novembre con la lettura di poesia di A. Zanzotto (di Giuliano Tremea) e una riflessione con il geologo Emiliano Oddone e lo scrittore Matteo Melchiorre (ma potrebbero esserci anche altre sorprese)
Tutto ciò in preparazione dell'ormai classico evento di primavera “CHI SEMINA RACCOGLIE” Giornata dedicata allo scambio delle sementi antiche (per contestare ogni forma di brevetto sulle sementi e stimolare l'auto produzione) ma anche per ribadire l'importanza del legame tra agricoltura, turismo sostenibile, paesaggio, territorio e salute. Organizzeremo per l'occasione una serie di percorsi per conoscere e apprezzare la zona, con riconoscimento di piante spontanee, notizie su arte e tipicità del territorio. Non mancheranno assaggi di prodotti locali coltivati senza chimica di sintesi, convivialità e banchetti di gruppi, associazioni, realtà con le quali collaboriamo e condividono il nostro sentire
Riproporremo anche nel 2012 gli altri due appuntamenti fissi la “bio FESTA” (agosto) e “CHIAMATA a RACCOLTO” (novembre)
Ovviamente non mancheremo di portare “a zonzo” la MOSTRA DELLE SEMENTI ANTICHE” che speriamo di ampliare ancora di più con sementi, informazioni, notizie, ricette. Grazie all'iniziativa “museo diffuso” riusciremo a riprodurre le sementi antiche sia per impedirne l'erosione genetica, l'estinzione ma anche per distribuirne favorendo così l'auto produzione (pratica sempre più indispensabile)

Oltre al già citato progetto di “turismo sostenibile”, ce n'è un altro a cui teniamo molto. Quello che vede una sempre più stretta e collaborativa alleanza tra chi produce e chi acquista. Un rapporto fiduciario che va oltre al semplice “bollino del biologico” (uguale sia per le produzioni bellunesi che per quelle cinesi, brasiliane o cingalesi e quindi incapace di determinarne la diversità). Che lega la produzione al territorio e alle relazioni. Un progetto da costruire in collaborazione con i Gruppi di Acquisto della provincia, con le aziende biologiche (in primis con Dolomiti bio) e con tutte quelle realtà che hanno ripudiato la chimica di sintesi) Un progetto dal basso che crediamo dia una marcia in più alle produzioni di qualità del nostro territorio creando consapevolezza, socialità, relazioni

Altro tema a cui dedicheremo tempo ed energie sarà quello degli ORTI.. in primis quelli comuni, sociali, condivisi. Non solo attraverso una proficua collaborazione con i ragazzi/e della Skasera e di Arson ma anche stimolando l'auto produzione e le varie amministrazioni a mettere a disposizione dei cittadini terreni ad aree fertili spesso non utilizzate
Da parte nostra non mancheremo di fornire conoscenze, competenze, sementi antiche, consigli e organizzeremo dei corsi (gratuiti) formativi

Ovviamente il Gruppo Coltivare Condividendo è un gruppo aperto a tutti e speriamo che in molti desiderino condividere con noi tratti di cammino, progetti, esperienze, idee... un cammino non certo prefissato e predestinato ma da costruire assieme..
ALCUNI COMPONENTI DEL GRUPPO COLTIVARE CONDIVIDENDO (+ Skasera + Arson)

Nessun commento:

Posta un commento