lunedì 26 settembre 2011

DISERBANTI.. DISSECANTI E BAMBINI

“io cerco di dare sempre cibi biologici e sani alla mia bambina e rischio che venga a contatto coi pesticidi andando all’asilo”


Questa la frase che ci ha scritto una preoccupatissima mamma di Tomo a seguito della vicenda “diserbante/dissecante” irrorati nei pressi dell’asilo feltrino

Da diversi mesi, il Gruppo Coltivare Condividendo porta in giro per piazze e fiere, assieme alla mostra delle sementi antiche anche una serie di analisi, documenti, ricerche che evidenziano i danni provocati da pesticidi, diserbanti, prodotti chimici di sintesi alla salute, soprattutto dei bambini.

Consci dell’importanza di questa questione, abbiamo avanzato una proposta a comuni, comunità montane, a province. Crediamo sia utile che venga adottato un regolamento di polizia rurale che vieti l’uso di prodotti chimici di sintesi a una distanza inferiore ai 150m da asili, scuole, ospedali, abitazioni.

Troppi i casi in cui si trova presenza di fitofarmaci nell’urina dei bambini (anche 6-8 volte superiore al limite consentito) o 4-5 residui accumulati in luoghi che dovrebbero essere sani e salubri

Per il caso specifico di Tomo crediamo sia bene che l’Amministrazione, gli Uffici competenti dichiarino quale è il principio attivo che è stato utilizzato. Solo così, con piena trasparenza e chiarezza si potranno rassicurare genitori e cittadini

Dato che abbiamo visto il Sindaco Vaccari applaudire, nello scorso fine settimana, il buon Carlo Petrini che invitava alla sostenibilità, al biologico, alla salubrità.. auspichiamo che venga presa la decisione di evitare l’uso di qualsiasi diserbante o dissecante (che visto l’ effetto che fanno non sono certo acqua fresca) per lo meno nei pressi delle scuole. Crediamo si possa benissimo intervenire con mezzi meccanici per il taglio o l’estirpazione

Nell’attesa di sapere il o i principi attivi usati a Tomo, pensiamo sia utile promuovere un’azione di vigilanza verso questi interventi e di sensibilizzazioni di enti ed amministratori affinché la chimica di sintesi stia ben lontana dai bambini

Nessun commento:

Posta un commento