lunedì 28 febbraio 2011

DOMENICA 6 MARZO INTERESSANTE APPUNTAMENTO PRESSO IL MULINO S. LIBERA a SALZAN di S. GIUSTINA (BL)

Una giornata dedicata alle sementi, naturali e coltivate, scambiate e macinate, aspettando la primavera per ridare loro nuova vita negli orti.
Domenica 6 marzo, in occasione dell’apertura mensile del mulino Santa Libera a Salzan di Santa Giustina, insieme alla visita del mulino e alla tradizionale macinatura della varietà bellunese di mais sponcio, verrà allestita la mostra delle sementi antiche da parte del gruppo Coltivare Condividendo.
Tutti i presenti avranno la possibilità di portare a casa un sacchetto di farina da polenta appena macinata, e i più piccoli potranno sperimentare con le proprie mani alcune fasi della produzione della farina.
Dalle 14 alle 17 in compagnia delle guide del Mazarol sarà possibile visitare la struttura ed assistere alla macinatura effettuata a pietra grazie al meccanismo azionato dalle acque del torrente Veses.
Il gruppo Coltivare Condividendo allestirà una mostra di sementi antiche e locali pazientemente raccolte negli scorsi anni, inaugurando ufficialmente le giornate di mostra e scambio di semi che hanno riscosso notevole successo nel corso del 2010.
Le persone interessate possono portare le proprie varietà di mais, fagioli, zucca ed altri vegetali, che verranno aggiunte alla collezione, e scambiarle con quelle presenti.
Nel corso della giornata sarà possibile acquistare i prodotti della Cooperativa La Fiorita, che fornisce anche il mais utilizzato per la macinatura, e dell’azienda biologica I frutti del sole, che collabora con le iniziative di Coltivare Condividendo.
Alle 17 sarà inoltre possibile partecipare alla visita guidata, organizzata dalle guide del Mazarol in collaborazione con il Comune di Santa Giustina, alla mostra sugli Alberi monumentali della provincia di Belluno, allestita presso la biblioteca di Santa Giustina.
La partecipazione a tutti gli eventi, che si effettueranno anche in caso di maltempo, è gratuita, chiunque fosse interessato a partecipare alla visita alla mostra è pregato di avvisare la guida presente al mulino.

per arrivare al mulino: percorrendo la statale che collega Busche a Belluno (in destra Piave) Giunti nell'abitato di Santa Giustina.. si  supera prima la chisa (posta alla nostra sinistra) e poi il ponte sul fiume Veses. Subito dopo si trova alla nostra destra un bar che "confina" con una stradina Imboccando quella stradina (posta alla nostra destra) e percorrendo circa 1 km,  poco dopo  un sottopasso ferroviario incontriamo il Mulino Santa Libera a Salzan di S. Giustina   

1 commento: