lunedì 13 dicembre 2010

FINE SETTIMANA RICCO DI SODDISFAZIONI...

FA SEMPRE PAICERE QUANDO GIORNALI O SITI DEDICANO SPAZIO ALLE NOSTRE INIZIAVIVE..

(dal Corriere delle Alpi di Domenica) .. cliccare qui per leggere l'articolo

"CIBO BIOLOGICO sotto l'ALBERO"

Con la Borsa della sostenibilità si diffonde il prodotto tipico
Un regalo buono per il palato, di gusto e sapori genuini, si offre come alternativa ai tradizionali doni di Natale per portare sotto l'albero l'agricoltura biologica. È la "Borsa della sostenibilità", riempita con una serie di prodotti tipici bellunesi (o bellunesi e trevigiani insieme per sancire il gemellaggio tra i coordinamenti dei Gruppi di acquisto solidale delle due province), coltivati senza l'uso di diserbanti chimici da aziende dell'associazione Dolomiti bio e da altre realtà del territorio.... A promuovere il progetto basato sui principi di filiera corta, biodiversità e biologico, è il gruppo "Coltivare condividendo", con l'obiettivo di «creare un legame sempre più stretto e di aiuto reciproco soprattutto tra Gruppi di acquisto solidale e aziende che hanno rinunciato alla chimica di sintesi». Una rete tra chi coltiva, chi è interessato a mangiare sano a chilometro zero e chi vuole difendere le colture ecosostenibili valorizzando la biodiversità, è stretta proprio dal Gas, che nel feltrino conta quaranta famiglie. Scelgono alimenti sani, riducendo i costi di mercato e andando a favorire i coltivatori locali (in tutto una cinquantina quelli aderenti, tra aziende, ditte di media grandezza e piccoli produttori, con diversi giovani interessati). E adesso si guarda al binomio del turismo agroalimentare.

ANCHE SUL SITO DI "BELLUNO PRESS" SPAZIO ALLA NOSTRA ULTIMA INIZIATIVA..
  " LA BORSA DELLA SOSTENIBILITA'"
(cliccare qui per leggere l'articolo)
Il Gruppo Coltivare Condividendo ha avviato assieme al Gasdotto (coordinamento GAS prov. di BL) e all’ associazione Dolomiti bio un’iniziativa che sta avendo un ottimo riscontro e che sancisce un alleanza sempre più stretta e efficace fra chi coltiva e chi ama alimentarsi in maniera sana eco compatibile ed ecosostenibile, a tutela di biodiversità, biologico, paesaggio e territorio.
La “borsa della sostenibilità” è un progetto che prende forma durante la riuscitissima festa “chiamata a.. raccolto” che ha visto affluire a Lentiai diverse centinaia di persona decise a dire SI a un’agricoltura sana, basata su biodiversità e biologico, su filiera corta, su un rapporto fiduciari, di scambio di conoscenze, esperienze e saperi tra chi produce e chi acquista. Ma anche rispettosa di ambiente, paesaggio e territorio.
Un sentire che ha caratterizzato il nostro agire di questi mesi e che ora ci porta a promuovere questa iniziativa tesa a creare un legame sempre più stretto e di aiuto reciproco soprattutto tra Gruppi di Acquisto Solidale e aziende che hanno rinunciato alla chimica di sintesi (in perfetta linea coi dettami del “patto” costruito e sottoscritto nel maggio scorso).
La “borsa della sostenibilità” è, in sostanza, una borsa nella quale viene collocata una serie di prodotti tipici bellunesi e/o bellunesi +trevigiani (per sancire il gemellaggio tra i coordinamenti GAS delle due province venete) coltivati senza l’uso di prodotti chimici di sintesi da aziende dell’ associazione Dolomiti bio o che hanno condiviso le nostre iniziative. Prodotti che consentono di apprezzare l’enorme patrimonio di biodiversità e tipicità della nostra zona.
..

MA OLTRE AGLI ARTICOLI DEDICATI AL NOSTRO GRUPPO...
IL NOSTRO FINE SETTIMANA E' STATO CONTRADDISTINTO DALLA PARTECIPAZIONE AL "TERRA MADRE DAY" A VICENZA. UNA GIORNATA ORGANIZZATA DA SLOW FOOD, DA EQUISTIAMO, DA CA' DELL'AGATA, DA PACHAMAMA E DAL PRESIDIO NO DAL MOLIN CHE HA OSPITATO L'EVENTO
CI HA FATTO PIACERE RACCONTARE LA NOSTRA ESPERIENZA ED ASCOLTARE LE TANTE IDEE, PROPOSTE, INIZIATIVE DI MOLTE REALTA' VICENTINE E VENETE (a breve un resoconto dettagliato)

PER VEDERE ALCUNE FOTO DELLA GIORNATA VICENTINA CLICCARE QUI 

Nessun commento:

Posta un commento