mercoledì 27 ottobre 2010

UNA DATA DA SEGNARE.. UN EVENTO AL QUALE NON MANCARE.. sabato 27novembre 2010 - lentiai


“...amare la propria terra significa difenderla da devastazioni, speculazioni... significa consentirle di esprimere appieno le sua tipicità e potenzialità...”

E’ con questo spirito che una miriade di cittadini bellunesi, feltrini, trentini, veneti hanno dato vita al Gruppo Coltivare Condividendo. Convinti che il bellissimo territorio che ci ospita sia sì minacciato da una miriade di progetti impattanti e devastanti, ma che in esso vi siano anche molte conoscenze, saperi, sensibilità che è importante interagiscano tra di loro al fine di difenderlo e tutelarlo.

"Coltivare Condividendo" è soprattutto  “un momento di dialogo, condivisione, costruzione comune dal basso”, autogestione. Un qualcosa che  ha preso forma attraverso “spazi”, serate informative, tavole rotonde, forum, corsi, iniziative e progetti concreti soprattutto in ambito agricolo e rurale. Da questi momenti sono nati:

-          la “mostra itinerante delle sementi antiche” per far conoscere l’immenso patrimonio di biodiversità e ripristinare l’antica usanza dello scambio delle sementi, per dire No ai brevetti sui semi.
-          Il Museo diffuso affinché queste sementi non siano una collezione, ma si affidino alla terra. I frutti ottenuti verranno  scambiati e degustati.
-          Una serie di progetti che vedono la collaborazione del Gasdotto (Coordinamento dei Gruppi d'Acquisto Solidali della Provincia di Belluno) e l’Associazione Dolomiti Bio (ass. di produttori biologici) sancita in seguito da una sorta di alleanza tra l’uomo, il territorio e il paesaggio  ( il “Patto”).
-          La Banca del Tempo, un'attività nella quale  gli agricoltori insegnano gratuitamente ai componenti dei G.A.S. a coltivare un orto biologico e ricevono in cambio lezioni sull’uso del computer o della comunicazione multimediale.
-          Progetti di “certificazione biologica partecipata”
      proposte di disciplinari, rivolti alle pubbliche amministrazioni, 
      per limitare l’ uso dei fitofarmaci e il cosiddetto “effetto deriva”.


Davvero molte le persone sensibilizzate nei nostri incontri, molti i contatti avuti e le idee, i suggerimenti, le critiche raccolte. Da qui il desiderio di costruire un momento di ulteriore incontro... ABBIAMO PERTANTO IL PIACERE DI INVITARTI:


SABATO 27 NOVEMBRE a LENTIAI (BL)
(presso Sala della Società Operaia – dalle 14 in poi)   

Una giornata da costruire assieme, dedicata all’antica e vitale pratica dello scambio delle sementi antiche (per approfondire di seguito il concetto di biodiversità e di brevetti sui semi), all’assaggio di varietà locali (parlando di alimentazione e coltivazione, ovviamente biologica), al pensare insieme  quale presente e quale futuro vorremmo per questo nostro...per tutti i territori. Crediamo fermamente in un’agricoltura sostenibile, nella biodiversità, nei prodotti a km zero e nella tipicità. Crediamo molto in un legame forte tra agricoltura, turismo e artigianato, nella filiera corta, nel rapporto diretto tra chi produce e chi acquista, nell’opera importante dei G.A.S. auto organizzati dal basso e dei cittadini che autoproducono beni di vario genere. Crediamo in una visione a 360° che considera un tutt’ uno l’ambiente, il territorio, il paesaggio e noi che interagiamo con essi, che ne siamo parte.
Per parlare di tutto ciò, ma anche per momenti di convivialità e svago, vi aspettiamo !!!




Per informazioni
coltivarcondividendo@yahoo.it - gasdottoBL@gmail.com

1 commento:

  1. molto interessante la vostra iniziativa
    Sicuramente non manchero' e portero' dei semi che coltivava mia madre da oltre 50 anni

    Renzo - Castion

    RispondiElimina