martedì 19 ottobre 2010

bella iniziativa di SLOW FOOD a favore DEI PASTORI SARDI !!

ci fa piacere divulgare questa iniziativa di Slow Food a favore dei PASTORI SARDI  a cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza.. 

dalla Sardegna alle montagne d'Abruzzo, i piccoli produttori sono in forte crisi, e protestano perché il prezzo che ottengono per il loro latte non basta neppure a coprire i costi, è fermo al livello di trent'anni fa mentre, in questi anni, i pastori hanno ammodernato ovili e costruito caseifici a norma, contraendo mutui.  Le industrie trasformatrici sostengono di non poter pagare un centesimo di più, perché fanno fatica a vendere – i consumi di pecorino sono in calo – ma nello stesso tempo aumentano le delocalizzazioni e le importazioni di grandi quantità di latte dall'Est a prezzi bassissimi.  
In Sardegna – la regione al mondo che produce più latte ovino – i caci si accumulano nelle stagionature invenduti, l'esportazione è in affanno, il prezzo del latte ha raggiunto i minimi storici (65 centesimi al litro, ma per recuperare i costi e guadagnare qualcosa non dovrebbe essere inferiore a 80). Allo stesso modo soffrono altre aree storicamente vocate alla pastorizia: Molise, Campania, Sicilia. In Abruzzo molti pastori, stanchi di ricorrere ai mutui e alle anticipazioni delle banche, iniziano a vendere le pecore.
Eppure l'allevamento ovino è una risorsa fondamentale per le montagne e per le aree più marginali e depresse del nostro Paese.
Se si vuole dare una speranza a migliaia di piccole aziende bisogna fare resistenza: una solidale “resistenza casearia”. Per  ristabilire la dignità di produrre secondo tradizione, conservando razze antiche, proteggendo dal degrado territori incontaminati. Guadagnando il giusto.
Il gruppo di acquisto organizzato da Slow Food propone un pacco contenente una forma di Fiore Sardo dei pastori, Presidio Slow Food, e una forma di pecorino abruzzese del Presidio del Canestrato di Castel del Monte o della Comunità del cibo dei pastori dell'Appenino Abruzzese e Molisano.

PER INFORMAZIONI:   infopresidi@slowfood.it 

PERVISIONARE IL DEPLIAN "PASTORI D'ITALIA" CLICCARE QUI

Nessun commento:

Posta un commento