giovedì 30 settembre 2010

Mais sponcio al mulino di Santa Libera


La cooperativa di guide del Mazarol insieme a quella degli agricoltori de La Fiorita per la valorizzazione dell’agricoltura locale.
Grazie alla collaborazione tra i due gruppi, da anni impegnati nella promozione del territorio bellunese, in occasione della mostra mercato delle attività agricole, artigianali e commerciali in programma a Santa Giustina da venerdì 1 a domenica 3 ottobre verrà presentato il progetto di promozione del mais sponcio.
La varietà di mais bellunese, grazie soprattutto al lavoro del Consorzio di tutela, negli ultimi anni sta registrando un apprezzamento sempre maggiore, anche da parte di diverse associazioni che durante sagre e feste paesane hanno iniziato a sostituire le varietà commerciali per la preparazione dell’immancabile contorno ai piatti della tradizione, la polenta.
In occasione dell’apertura del mulino di Santa Libera di Santa Giustina nelle giornate di venerdì e sabato dalle 14 alle 17 e di domenica dalle 10 alle 17 sarà possibile assistere alla macinatura del prezioso cereale.
Nel corso del 2010 sono oltre 1000 le persone che hanno visitato il mulino, soprattutto scolaresche provenienti da tutto il Veneto, e che hanno portato a casa un sacchetto di farina macinata a pietra in maniera tradizionale con il meccanismo azionato dalle acque della roggia del torrente Veses.
Quale migliore occasione per promuovere la varietà locale, che dal prossimo fine settimana costituirà la materia prima privilegiata per le dimostrazioni.
Domenica per tutta la giornata nel cortile del mulino verranno offerte degustazioni a cura dell’azienda agricola Rosa Maria di Vignui accompagnate dalla polenta fatta con il mais appena macinato.
Sarà inoltre presente la mostra di semi antichi a cura del Gruppo Coltivare Condividendo

per saperne di piu' sul "Mais Sponcio" cliccare qui

Nessun commento:

Posta un commento